Siero anti pollution: city protection firmata La Saponaria

Ricordo ancora il Sana, gran parte delle attenzioni erano dirette alla nuova linea costituzionale viso de La Saponaria. Una linea viso molto ampia, adatta a creare una skincare routine completa. Detergenti, tonici (acque costituzionali), sieri, gel shine, creme… Il mondo dei balocchi insomma.

Non a caso, la linea, appena uscita, ha fatto subito sold out ovunque.

E poi diciamolo: inci semplici, scatoline azzurre super carine, gel scintillante, attirano subito l’attenzione. Una linea studiata nei minimi dettagli.

Infatti, all’uscita di questo meraviglioso “mondo azzurro” di peptidi di moringa e ialuronico, io ho risposto comprando un paio di prodotti: tra questi il…

SIERO ANTI POLLUTION

Su di me, la parola anti pollution funziona come il suono del pifferaio magico sui bambini della città di Hamelin. Inutile dire altro.

Siero Anti-pollution: una city protection firmata La Saponaria

Perché dovrebbe servirmi un siero anti pollution?

Perchè lavoro a Roma e, si sa, lo smog ti si appiccica addosso, crea una patina di grigiore (e tristezza, aggiungerei), ti fa perdere luminosità, ti rende più esposta ai radicali liberi e al conseguente invecchiamento.

Il prodotto è definito dall’azienda come:

Un siero per proteggere la pelle dal grigiore e dall’ inquinamento della città e per ritrovare splendore e vitalità.

Il suo speciale complesso di attivi naturali purifica la pelle da tossine ed agenti inquinanti, ne protegge la naturale bellezza e la difende da stress, smog e dai segni dell’età.

A chi è indicato: E’ il prodotto ideale se vuoi contrastare i dannosi effetti dell’inquinamento ambientale sulla tua pelle, e la vuoi purificata e splendente.

Una gran promessa! Sarà stata mantenuta? Intanto vi dico cosa ne penso:

PACKAGING

Doppio confezionamento. Scatolina esterna in cartone azzurro (super carina) e, all’interno, boccettina con pipetta contagocce per prelevare il siero. La boccetta riprende il tema azzurrino, invece la pipetta é a contrasto bianca. Onestamente mi piace molto questo colore e anche il packaging primario (boccetta) è davvero sfizioso; la domanda che mi faccio, però, ogni volta che ho un prodotto con contagocce, è: “serve davvero? funziona bene?”.

Ecco, questa pipetta è necessaria? Nì. Il siero non è così liquido, quindi gran parte del prodotto si raccoglie attorno ad essa piuttosto che nel canale apposito, con conseguente inutilizzo del contagocce. Molto spesso prelevo il prodotto in eccesso piuttosto che adoperare la pipetta. Forse, un contenitore airless sarebbe andato bene uguale, vista la consistenza del siero. Nulla di drammatico comunque.

TEXTURE

Come vi accennavo, a dispetto della scelta del packaging, il siero è fluido ma non così tanto da esser definito liquido. Il prodotto è un mix tra un gel ed una cremina leggera e biancastra.

Massaggiando il prodotto sul viso, il siero apparirà totalmente trasparente e con un tocco setoso, quasi fosse velluto. Facile da stendere e veloce nell’asciugatura, risulta un’ottima base anche per il makeup perché la pelle, così liscia e vellutata, renderà più facile ed omogenea la stesura dei successivi prodotti.

SENSORIALITA’

A mio avviso, ottima. Appena applicherete il prodotto avvertirete una sensazione di freschezza e di leggero lifting, la pelle sembrerà essere vellutata… Non smetterete di toccarla!

Se proprio devo trovare un punto a sfavore della sensorialità complessiva, vi direi che la profumazione potrebbe non essere il massimo. A me non dà particolarmente fastidio, ma oggettivamente la fragranza é un mix di menta e qualcos’altro di indefinito che fa risultare il profumo, nella totalità, meno fresco e mentolato, quasi strano. Qualcuna nei vari gruppi bio ha sottolineato questa cosa e io ve la riporto per chiarezza e trasparenza.

APPLICAZIONE

Parliamo di un siero, quindi il rituale di applicazione è abbastanza noto e semplice. Dopo la detersione ed il tonico, potete tranquillamente applicare questo siero, stendendolo con le mani. Unica accortezza, se avete un acido ialuronico da voler utilizzare sul viso, mettete prima quest’ultimo e poi passate al siero.

Nessun accorgimento particolare insomma, dopo il siero proseguite con la vostra abituale crema.

Siero Anti-pollution: una city protection firmata La Saponaria

COSA NE PENSO

E’ un prodotto che mi piace molto. L’asciugatura rapida e il senso di freschezza, unito ad effetto ottico leggermente tonificante, mi fanno apprezzare tantissimo questo prodotto. Probabilmente, la freschezza e l’azione tonificante immediata, sono date dalla menta contenuta all’interno. L’odore non è tra i miei preferiti, lo avrei scelto maggiormente a favore del tono mentolato, puro e fresco.

Sulla mia pelle secca è idratante ma leggero; non mi sognerei mai di usare solo lui, senza un’ulteriore azione nutriente data, ad esempio, da una crema. Per questa sua leggerezza può essere utilizzato anche da pelli con un’attività sebacea maggiore, considerando, però, che il siero non svolge azioni altamente opacizzanti (pur contenendo polvere di riso). Quindi, anche nel caso di pelle mista/ grassa, consiglio di usare il siero in combo con una crema, specifica per la tipologia di cute.

Che effetti ho riscontrato sul viso?

Il viso risulta complessivamente più liscio, luminoso e morbido. Questo effetto si mantiene nel corso delle ore e la pelle resta tonificata a lungo. Sulla mia pelle secca non basta, ma noto un leggero effetto tensore che apprezzo molto. Effettivamente con l’uso di questo prodotto la mia pelle è  meno spenta e alla sera la cute è ancora abbastanza morbida.

Quindi funziona?? L’effetto anti pollution c’è?

E’ una domanda a cui rispondere (scientificamente) è difficile. Gli effetti anti age e anti pollution sono quasi sempre preventivi, hanno un’azione immediata a livello ottico su luminosità e morbidezza… Ma non mi azzarderei a dire che il siero abbia neutralizzato i radicali liberi prodotti dallo smog e mi garantisca una protezione totale da esso.

Parliamo di prodotti che ci permettono, soprattutto, di evitare che la pelle peggiori in futuro. Probabilmente li ringrazieremo a 50 anni! Questo non è per scoraggiarvi, ma per evitare che voi abbiate aspettative sempre troppo alte nei confronti dei cosmetici.  E’ facile farsi un’idea troppo “alta” del prodotto e poi bocciarlo perché le aspettative (a volte al limite dell’impossibile) sono disattese.

Prendete questo siero per quello che è: un mix di ingredienti antiossidanti, idratanti, purificanti, in grado (sulla carta) di prevenire e limitare i danni prodotti dall’inquinamento.

Un prodotto che dà un boost di luminosità  e morbidezza nell’immediato, una potenziale azione antismog/antiage nel futuro.

Ora diamo un’occhiata all’inci per capire come lavori il siero:

Aqua (Water), VacciniumMyrtillusFruit Water*, Glycerin, Propanediol, Coco-Caprylate, Polyglyceryl-3 Rice Branate, Oryza Sativa (Rice) Extract*, Oryza Sativa (Rice) Powder*, Tamarindus Indica SeedPolysaccharide, GlycerylCaprylate, Moringa PterygospermaSeedExtract, SodiumPhytate, SaccharideIsomerate, Mentha Piperita (Peppermint) Oil*, SodiumHyaluronate, Maltodextrin, BenzylAlcohol, XanthanGum, Benzoic Acid, Parfum (Fragrance)**, Citric Acid, SodiumCitrate, Limonene, LinaloolGeraniol (*da agricoltura biologica, **100% di origine vegetale).

I principi attivi
  • Peptidi di Moringa. Effetto protettivo e purificante grazie alle sue proprietà antibatteriche e antinfiammatorie.  I semi sono noti per la loro capacità di purificare l’acqua inquinata, da qui si evidenziano le proprietà decontaminanti della pianta.
  • Acqua costituzionale di Mirtillo Nero. Rigenerante e antiossidante. Ricchissima di tannini e flavonoidi, ha spiccate proprietà antiossidanti e protettive del microcircolo… solo così avrete una pelle dall’aspetto fresco e sano.
  • Acido Ialuronico. Super idratante, largamente impiegato nei prodotti anti age.
  • Estratto di Tamarindo. Effetto riempitivo e tensore. Sembra che il tamarindo possa avere effetti idratanti addirittura superiori a quelli dell’acido ialuronico.
  • Menta Piperita. Tonificante e purificante. Regala anche un’immediata sensazione di freschezza.
Infine le info utili

Il prezzo è di 14,80 euro per un contenuto di 15 ml, che, rispetto ad altri sieri, è basso, ma state attente: il contenuto è di 15 ml e non di 30 ml come per altri prodotti simili. Rapporto qualità/prezzo comunque corretto, e formato super pratico per i viaggi (adoro le mini size).

Lo trovate ormai ovunque, ma per citarne alcuni: menta e rosmarino, magie di sapone, ecco-verde, scrignobio.

Baci e buona routine anti pollution.

Articolo scritto da Tealandviolet

Potrebbero interessati anche:
Linea viso costituzionale – La Saponaria
Balsamo TOP: LaSaponaria [moringa e girasole/moringa e limone]
Siero e crema viso – Parentesi Bio

(Visited 725 times, 1 visits today)

You may also like...

4 Responses

  1. Jessica ha detto:

    Adoro il packaging di questa linea *_* Per ora ho solo provato un campioncino del siero shine… ma brillavo troppo 😀

    • Tealandviolet ha detto:

      Io invece adoro lo shine ma ne serve davvero pochissimo. Poi, probabilmente, bisogna avere un incarnato chiaro perché il gel è argenteo. Su pelli scure e calde potrebbe stonare molto. In caso prova ad aggiungerne una goccia alla crema o al fondo per vedere se l’effetto è meno “brillante”.

  2. Lulu ha detto:

    Bellissima recensione, ricca di informazioni interessanti, hai analizzato ogni aspetto del prodotto e suggerito come utilizzarlo al meglio. Non ho mai acquistato questo siero ma mi hai sicuramente invogliata, complimenti! Una domanda: applicandolo tutti i giorni quanto tempo puo’ durare questo formato da 15 ml?

    • Tealandviolet ha detto:

      Guarda ne basta poco. Io usandolo solo la mattina l ho utilizzato per due mesi circa (forse anche di più). Forse sono io che ne uso poco perché normalmente i sieri mi durano davvero tanto.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.