La Zucca [Officina dell’essenziale]

L’Autunno

Non ho mai amato particolarmente l’Autunno, mi metteva sempre tristezza vedere le foglie che cadevano, il freddo che arrivava, le giornate che si accorciavano.

Da qualche anno invece, lo guardo con occhi nuovi, osservo, affascinata, le mille sfumature di colori delle foglie, apprezzo il fresco e lo preferisco al caldo torrido e, soprattutto, in Autunno avvio nuovi progetti. Sarà un caso che le fiere più importanti le fanno in questo periodo?

Il nostro team, come ben sapete, è stato in trasferta al Sana di Bologna e ho chiesto loro di rintracciare non il prodotto più richiesto, ma l’ingrediente di nicchia che si sta facendo strada nei cosmetici.

Più di uno ha attirato la loro attenzione, ma oggi, vista la stagione e l’imminente ricorrenza di Halloween, per la nostra rubrica l’Officina dell’essenziale vi parlerò della Zucca.

La Zucca [Officina dell'essenziale]

Zucca… quale?

Con il termine zucca si identificano in gergo i frutti di molte Cucurbitacee, la cui origine è piuttosto vaga. Ciò che è certa è la sua versatilità, perché della zucca non si butta via niente:

  • la polpa è utilizzatissima in ambito culinario,
  • i semi possono essere consumati tale quali oppure essere trasformati in olio,
  • la buccia può essere lasciata essiccare e può diventare materiale da usare in cucina o come semplice suppellettile.

Ci sono studi che parlano di zucca derivante dall’India nota anche agli antichi Egizi e agli Arabi, ma non è chiaro come siano giunte fino a noi, e ne esistono moltissime, diverse per forma e colore, ma identificate sempre con il nome generico di zucca.

La zucca ti fa bella!

In cosmetica si utilizza sia la polpa che l’olio di semi.

La polpa è ricca di betacarotene, utile sia in caso di photo che chrono aging,  e l’applicazione sulla pelle è consigliata in caso di eczemi, pelle infiammata, arrossata, anche in presenza di prurito, soprattutto se causato da punture di insetto.

La zucca fermentata

I prodotti di nuova generazione utilizzano la zucca fermentata, frutto del processo di fermentazione, appunto, che svolge un’azione enzimatica ad effetto esfoliante sulla pelle, stimolando il turn over cellulare e donando uniformità e luminosità alla pelle.

Applicata sui capelli, ha un effetto anticrespo, idratante e riparativo.

Tra gli ingredienti, lo troverete indicato come  Lactobacillus/Pumpkin Fruit Ferment Filtrate. Fin’ora due sono le aziende in cui mi è capitato di incontrarla: Whamisa e Hands on Veggies.

La Zucca [Officina dell'essenziale]

L’olio di semi di zucca

Rigorosamente spremuto a freddo, è un olio verde scuro, dal profumo speziato, considerato pregiato per il suo alto contenuto di vitamina A ed E, acido oleico (omega 9) e linoleico (omega 6), per le vitamine del gruppo B, oligoelementi come zinco, selenio e ferro.

È un olio che non viene utilizzato puro sulla pelle, come ad esempio l’olio di mandorle, ma entra a far parte di emulsioni come creme e maschere viso e corpo. In parole povere, è un ottimo antiossidante: stimola la produzione di collagene ed elastina, contrastando, così, l’invecchiamento cutaneo. Ed ha anche proprietà emollienti, lenitive, decongestionanti ed eudermiche, utile per le pelli secche e danneggiate.

Tra gli ingredienti lo troverete come Cucurbita pepo (Pumpkin) seed oil e potete trovarlo all’interno dei prodotti Biofive, Latte e Luna e Finesse.

In conclusione

Possiamo ipotizzare che i prodotti cosmetici contenenti la zucca possono essere assimilati ai cosmeceutici, ossia a prodotti cosmetici ad alto contenuto di principi attivi, semmai l’Europa decidesse un giorno di dare una classificazione ai prodotti in commercio oggi.

Nel prossimo articolo, troverete un altro ingrediente che ha stregato le nostre blogger!

A presto bloggerine!

Articolo scritto dalla Dott.ssa Ambra Centra
Erborista e cosmetologa
Vice Coordinatrice Nazionale del Coordinamento Nazionale Erboristi Laureati & Studenti in Tecniche Erboristiche.
Iscritta al Registro Nazionale Erboristi Professionisti n° GLT0057S

Bibliografia
  1. Alessandro Bruni, Farmacognosia generale ed applicata, Ed. Piccin, 1999,  ISBN: 8829915009
  2. Elisabetta Boncompagni, Erika Bianchi, Corrado Giua ,Guida bibliografica ai più noti fitoterapici, Aboca, 1999
  3. Enrica Campanini, Dizionario di Fitoterapia e piante medicinali, Ed. Tecniche Nuove, 2012, ISBN:978-88-481-2734-9
  4. Francesco Capasso,Giuliano Grandolini,Angelo A. Izzo, Fitoterapia: Impiego razionale delle droghe vegetali, Ed. Springer, 2006, ISBN 978-88-470-0505-1
  5. Ivano Morelli, Guido Flamini, Luisa Pistelli, Manuale dell’Erborista, Ed. Tecniche Nuove, 2005, ISBN: 978-88-481-1736-4
  6. Rita De Pasquale, Giuliano Grandolini, Farmacognosia: Botanica, chimica e farmacologia delle piante medicinali, Ed. Springer, 2011, ISBN 978-88-470-1652-1
  7. Scoprire, riconoscere, usare le erbe – Fabbri editori
  8. Lunario di casa e campagna – Edizioni Del Baldo
  9. La Grande Enciclopedia delle Erbe, Dix editore

(Visited 211 times, 1 visits today)

3 Risposte a “La Zucca [Officina dell’essenziale]”

  1. È stato divertente scrivere questo articolo, ma non avete idea della fame dopo aver messo l’ultimo punto!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: