Lipsing – Emozioni a fior di labbra – Domus Olea Toscana

Linea Lipsing

I prodotti labbra di cui vi parlerò oggi sono stati presentati al SANA. Manco a dirlo, sono capitata davanti al loro stand proprio quando una signora li stava illustrando uno a uno. Nella mia testa si formava già una wish list ma, devo essere sincera, non li avrei presi tutti. Quando me li hanno mandati i miei occhi si sono trasformati in cuoricini: adoro i prodotti labbra e ne uso parecchi!


Nel pacco, oltre al loro profumatissimo put-pourri, c’era anche il latte micellare anti-age, un’altra novità di cui vi parlerò presto.

Scrub maschera anti-age labbra

Lo scrub è il primo passaggio per la cura delle labbra.
I granelli sono fatti con noccioli di olive, non sono finissimi e permettono un’efficace esfoliazione. É consigliato utilizzare questo prodotto una o due volte a settimana, secondo le proprie necessità. Una volta esfoliate le labbra si utilizza lo stesso prodotto, ma questa volta come maschera. Dopo aver sciacquato si applica una nuova quantità di prodotto e si lascia agire una decina di minuti.
Il risultato sono labbra morbide e profumate di albicocca.
Questo prodotto è promosso a pieni voti. Forse non sarebbe rientrato tra quelli che avrei acquistato anche se il suo doppio utilizzo mi aveva incuriosito. Ora lo trovo veramente indispensabile!

Pomata SOS + mantenimento

Ricca di ingredienti nutrienti (ricino, karitè e molti altri), crea una vera e propria barriera contro gli agenti atmosferici. Durante la giornata deve essere riapplicata più volte per permettere alle labbra secche e screpolate di migliorare. La notte basta metterne un bello strato e al mattino è ancora lì! Le labbra ringraziano, restano idratate e senza pellicine.
Il profumo dolce e fruttato mi piace molto. Avendo tutti gli altri lascio questo prodotto per la notte, ma anche di giorno è molto performante. Soprattutto, resta a lungo sulle labbra, non scappa dai bordi e quasi non ti accorgi di indossarlo.

Stick labbra anti-age

Gli stick labbra sono due, uno resta trasparente mentre l’altro è appena colorato.
La particolarità è sicuramente l’effetto “matte” che lasciano sulle labbra. Li utilizzo più volte durante la giornata, sono persistenti, sempre fruttati, molto piacevoli. Nei primi utilizzi entrambi erano un po’ duri, ma è bastato ripassarli più volte per ottenere un risultato perfetto.
Ricordo perfettamente la spiegazione al SANA e, alla parola “effetto matte”, quello colorato è entrato direttamente in wish-list, mentre quello trasparente veniva consigliato per i maschietti essendo praticamente invisibile. La differenza è veramente minima ma quello colorato è il mio preferito.

Balsamo gloss colorato

Questo è proprio un gloss! Un gloss che protegge e nutre le labbra! Effetto lucido, brillante, ma che non scappa dai bordi. Resta persistente ma non aspettatevi un bel rosso, nemmeno rosa: amplifica giusto un pochino il colore delle labbra. Anche qui sentore di fragola o forse lampone, dolce e piacevole. Se volete labbra brillanti è il prodotto che fa per voi. Non mi dispiace e lo metto anche sopra alla matita labbra per aumentarne il colore.
Questo non l’avrei acquistato per paura che fosse troppo liquido, troppo appiccicoso… Mi sbagliavo, ancora un ottimo prodotto.
Ha purtroppo un difetto, che l’accumuna con gli altri gloss. Vi dico solo: capelli sciolti e vento…

Conclusioni

In generale sono tutti prodotti promossi.
Se volete qualcosa di “strong” orientatevi sullo scrub e sulla pomata: il primo è un vero e proprio trattamento, la seconda è morbida, stratificabile e il risultato è garantito.
Tra gli stick e il balsamo nel tubetto sceglierei i primi solamente perché è il pack che preferisco, non devo usare le dita e riesco ad applicarli più facilmente.
Il gloss mi piacerebbe di più se fosse veramente colorato ma si finirebbe nel make-up e… Il cassetto è già pieno!

Articolo scritto da Sandra

Olio di Rosa Mosqueta, La Saponaria

Per alcuni regali di Natale ho fatto un ordine su Ecco Verde e per me ho aggiunto l’olio di rosa mosqueta La Saponaria.

Non è il primo boccettino di questo brand che acquisto, quindi la mia recensione è basata su tanti ma tanti utilizzi. 😃 L’idea di parlarvene è arrivata direttamente dal nostro BioCafè su Facebook (grazie Raffaella 😘).

La Saponaria

Tutti conoscerete La Saponaria, marchio italiano che la nostra redazione a-do-ra! Abbiamo spesso nominato i loro prodotti; anche io ne ho già parlato in passato, con il mio articolo sul gel esfoliante viso mandorla e zenzero

Prima di iniziare con la recensione, ci tengo a ricordarvi che è importante acquistare oli spremuti a freddo (quindi senza l’impiego di solventi) e privi di OGM. Ce li spalmiamo sulla pelle ed entrano comunque in circolo. 😉

Olio di rosa mosqueta

Questo olio in particolare ha proprietà cicatrizzanti, elasticizzanti, rigeneranti, anti-age, nutrienti e ricostituenti. Praticamente un portento!

Olio di Rosa Mosqueta, La Saponaria

Parto con il dirvi che tra me e questo olio non è sempre stato tutto rose e fiori, anzi. Purtroppo, causa aumento e perdita di peso in pochissimo tempo, mi sono riempita di smagliature prima dell’adolescenza. Premetto anche che io e lo sport ci siamo sempre odiati – ve lo dico perché è importante per avere una pelle elastica.

Mia madre, una volta scoperte le smagliature ancora rosa (quindi “fresche”), iniziò a farmi cospargere di olio di rosa mosqueta (purtroppo non era de La Saponaria 😁) tutte le sere. Io, che sono sempre stata pigra, mi stancai prima di subito quindi immaginatevi la scena dell’anime Rossana: la signora Misako che viene perennemente rincorsa in casa dal suo editore, dato che consegna sempre i suoi manoscritti in ritardo. Ecco, mia madre mi rincorreva con la boccetta in mano. 😅

Si rassegnò dopo vari mesi con questa promessa/minaccia:

Un giorno ti pentirai di non aver usato l’olio perché ti ritroverai con la cartina geografica sulle gambe!

Quel giorno arrivò molto presto, anche perché intorno ai 14 anni persi nuovamente peso, cosa che contribuì a peggiorare la situazione.

Torniamo a noi.

I tanti usi dell’olio di rosa mosqueta

Questo olio è quindi famoso per il suo uso contro le smagliature rosa, perché una volta che diventano bianche non c’è molto da fare (ci sarebbe il laser ma non ha prezzi accessibili).

Solo qualche anno fa ho scoperto che in realtà ha vari utilizzi, uno più efficace dell’altro. Vediamoli insieme.

Scrub labbra

Eh sì, avete letto bene. Mescolando pochissimo zucchero (meno di mezzo cucchiaino) con un po’ di olio (quanto basta per creare una cremina) e spalmandolo sulle labbra, è possibile ottenere un ottimo scrub. Io lo lascio in posa per 5 minuti, ma se avete tempo abbondate. È molto utile non solo per chi ha le labbra secche e piene di pellicine, ma anche per le makeup addicted che utilizzano i rossetti mat.

Impacco per le mani

Se come me vi ritrovate la pelle più rovinata della spugna abrasiva per i piatti, questo rimedio fa per voi. Prima di coricarvi, massaggiate le mani con una buona quantità di olio, usate poi i guanti bianchi in cotone e la mattina avrete delle mani morbidissime! Ah, ovviamente è un toccasana anche per le unghie.

Contro le smagliature

Prodotto per le mamme: durante e dopo la gravidanza è ottimo per contrastare le smagliature, anche del seno!

Olio di Rosa Mosqueta, La Saponaria

Contorno occhi

Forse da utilizzare tutti i giorni potrebbe essere pesante, ma qualche settimana fa ho avuto una forte influenza e, dato che bevevo poca acqua, mi si è seccata la pelle. La sera applicavo una goccia di olio nel contorno occhi e la pelle si è ripresa.

Aiuta a contrastare dermatiti ed eczemi…

Come sicuramente avrò già scritto in qualche recensione, purtroppo soffro di dermatite alle mani. Riesco a limitare il problema con l’argento colloidale, ma recentemente ho provato a far assorbire qualche goccia di olio direttamente sulle parti interessate e mi sto trovando bene.

… e ad affrontare l’inverno

Quest’anno l’influenza ha colpito anche me. Oltre a febbre e mal di gola, mi ha lasciato per varie settimane un gran raffreddore. La pelle intorno al naso era secchissima e piena di pellicine, quindi la sera e comunque quando ero in casa, ho applicato una goccia di olio proprio sul naso. Le pellicine sono scappate. 😛

N.B.

L’olio ha mille utilizzi e proprietà, quindi per scoprirli tutti vi invito a visitare la pagina dedicata su La Saponaria.

Ecco alcune info utili.

Contenuto 30 ml
INCI Rosa Moschata Seed Oil
Sito ufficiale LaSaponaria
Articolo di Make your veg

Burro Labbra, che passione!

Qual è il prodotto che uso più volte al giorno? Quello che porto sempre con me? Quello che metto anche se sono in casa ma che non può mancare nella borsa o al lavoro?

Il burro labbra

In questo momento ne sto usando 5! Da quale volete che cominci?

Burro Labbra, che passione!

Lip balm Ultra Hydrating, puroBIO

Questo burro labbra è molto idratante e resta a lungo sulle labbra. In realtà è quasi troppo “duro” per i miei gusti, in più la profumazione, che dovrebbe essere alla camomilla, si sente appena e non mi piace.

Riguardando l’offerta Purobio per quanto concerne i burri labbra mi sono chiesta più volte il perché della mia scelta. Sicuramente cercavo un prodotto super idratante da usare, magari, come impacco serale, comunque non lo ricomprerò. Mi butterò su quello alla menta e peperoncino o quello per bambini, o quello colorato, insomma, col tempo li proverò tutti!

Organic Virgin Coconut oil, dr.organic

Molto idratante, delicatamente profumato di cocco.

Avete letto la mia recensione del burro labbra Dr. Organic al Tea Tree? Dopo  quello ho finito quello al miele e ora mi sono buttata su quello all’olio di cocco. Ha la giusta consistenza, idrata, nutre… promosso!

Tra i vari punti a favore ci sono sicuramente il packaging e la protezione solare. Per me i burri labbra dr.organic restano una sicurezza.

Burro labbra alla vaniglia, Officina Naturae

Questo prodotto mi ha sorpreso piacevolmente. Intanto la profumazione alla vaniglia mi fa impazzire, resta a lungo senza diventare stucchevole. In più è morbido e resta opaco sulle labbra quindi lo considero il prodotto perfetto per i maschietti.

Idrata alla perfezione e le labbra diventano subito morbide. Se proprio devo trovare un difetto, posso dire che traballa un po’ all’interno del contenitore, ma per ora non si è rotto e funziona alla benissimo. Apprezzo, inoltre, il packaging semplicissimo.

Dopo questo mi aspetta quello alla mela cotogna… chissà se mi piacerà!

Burro Labbra, che passione!

Burro labbra ai frutti rossi, Vianek

Il burro labbra in se è più che buono, morbido e con effetto lucido. Ma la profumazione ai frutti rossi dovrebbe sapere di mora e mirtillo rosso, in realtà risulta finta e stucchevole. (Mi ricorda molto i pennarelli degli anni 80… chi se li ricorda?)

Io non mi arrendo e sono pronta a dare un’altra possibilità a questo marchio provando le altre versioni, proprio perché le labbra risultano idratate e morbide e soprattutto perché il profumo sparisce in fretta.

Be True, Tata Harper

Sicuramente le mie aspettative erano alte di fronte a questo prodotto luxury.

Cominciamo dalla profumazione: non mi piace! Fruttato ma non meglio definito.

Il burro è morbido, idratante, resta a lungo ma io l’effetto rimpolpante e antirughe promesso non l’ho visto. Mi aspettavo un vero e proprio trattamento e invece non è meglio dei burri di cui vi ho parlato prima e che costano un tantino di meno…

Sicuramente la confezione è lussuosa, ma non basta. Non lo ricomprerò!

 

 

Burro Cacao Quantità Prezzo

Ultra Hydrating puroBIO

5 ml

€ 4,90

Virgin Coconut oil dr.Organic

5,7 ml

€ 6,90

Burro labbra vaniglia Officina Naturae

5 g

€ 4,50
Burro labbra Vianek

4,6 g

€ 4,00

Be True Tata Harper

2,5 g

€ 30,00

E per finire…

Quasi dimenticavo il sesto burro che sto usando in questo periodo e che mi è stato regalato a Natale:

Burro Labbra hand made by Mony

Eccovi la ricetta!

  • 2 g cera d’api
  • 2 g burro di cacao
  • 2 g burro di karité
  • 3 g olio di ricino
  • 3 gtt aroma cocco
  • 2 gtt aroma vaniglia

Viene ultra morbido e profumato come piace a me!

Se vi piace spignattare o comunque ci volete provare, ve lo consiglio vivamente!

Articolo scritto da Sandra

Domus Olea Toscana, le recensioni di LBSN

Domus Olea Toscana, cosa ne pensa LBSN?

Domus Olea Toscana è uno dei brand italiani di cosmesi ecobio più amata e rinomata per chi ha fatto dei prodotti biologici il proprio pane quotidiano.

Chi è Domus Olea Toscana

Siamo un’azienda a conduzione familiare che nasce dalla passione per il biologico, per la qualità e il vivere bene nel rispetto del mondo che ci circonda.

Produciamo Cosmeceutici Biologici ad elevato contenuto di principi attivi, in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Farmaceutiche dell’Università di Firenze, perché vogliamo garantire al prodotto biologico una elevata efficacia.

All’inizio coltivavamo noi le piante che utilizzavamo per gli estratti, poi man mano che siamo cresciuti e che abbiamo allargato il numero e le tipologie di piante che utilizziamo, ci siamo avvalsi della collaborazione di aziende Toscane.

Promuoviamo i prodotti biologici Toscani delle aziende agricole locali tramite un punto vendita che si chiama “Mi Garba Bio”, più Toscano di così!

Promuoviamo uno stile di vita biologico a 360 gradi perché la bellezza della nostra pelle non è solo quello che ci mettiamo sopra ma anche quello che mangiamo e il nostro stile di vita.

In tutto quello che facciamo promuoviamo la Toscana e vi diamo l’occasione di regalarla!

Prodotti per ogni esigenza

Molte delle ragazze del nostro team usano ormai da anni con soddisfazione i prodotti del brand toscano e ogni volta che esce un nuovo prodotto scalpitano per provarlo, e quasi mai ne sono rimaste deluse.

Domus Olea Toscana, cosa ne pensa LBSN?

Domus Olea Toscana ha prodotti per oggi esigenza, che si tratti di haircare, facecare o bodycare. Per molti dei suoi must have affianca ai prodotti in full size delle deliziose minisize, che danno la possibilità di provare il prodotto prima di investire per l’acquisto della confezione grande. O ancora di poter portare comodamente i prodotti preferiti nel beauty o nella borsetta senza dover andare in giro con un bagaglio formato trolley per avere a portata di mano il necessario per la skincare.

Prodotti multifunzione

Inoltre molti prodotti di Domus Olea Toscana sono multifunzione: un prodotto, molteplici utilizzi.

I nostri prodotti sono stati concepiti per coprire il maggior numero di esigenze con il minor numero di prodotti. Per questo ogni formulazione è multifunzionale, cioè esplica diverse funzioni sull’epidermide e, regolandone la quantità in base alla stagione, risulta adatta ad ogni tipo di pelle. Come conseguenza, ogni cosmeceutico Domus Olea Toscana può essere utilizzato per scopi diversi, per i quali in genere vengono acquistati prodotti differenti.

Domus Olea Toscana, cosa ne pensa LBSN?

Se ve le siete perse qui sotto potete trovare tutte le recensioni dei prodotti Domus Olea Toscana pubblicate sul nostro blog.

Continuate a seguirci perché molto presto potrete leggere sempre sulle nostre pagine la recensione di una delle ultime linee nata in casa del brand toscano.

Infini scriveteci nei commenti quali sono i vostri prodotti preferiti del brand e se c’è qualche prodotto di cui vorreste sapere la nostra opinione in merito.

Il Team LBSN

 

Smak, il dispositivo Gieffebeauty

Ben ritrovati!

Anche oggi torniamo a parlare delle cosine che ci piacciono tanto: rughe, cedimenti, zampe di gallina… argomenti che ci fanno drizzare le orecchie, soprattutto se si parla di COME EVITARLI!

Questa volta non parleremo di creme, sieri, filler e botox, bensì di un dispositivo, ormai stra-famoso e super chiacchierato:

Il GieffeBeauty

Sono sincera, non mi sarebbe mai venuto in mente di comprare una cosa simile, ma siccome mi è capitato di trovarlo in una box a sorpresa, sono stata ben felice di averlo tra le mani.

Iniziamo col dire che esistono 3 varianti di questo dispositivo:

  • SMAK, specifico per labbra e contorno.
  • GLOW, adatto alla zona perioculare.
  • NECK, studiato per la zona del collo e le grandi aree del viso.

A me è capitato il primo e, anche se non ho particolari problematiche in quella zona, l’ho messo subito alla prova.

Smak, il dispositivo Gieffebeauty

Come si presenta

Lo Smak è un dispositivo piccolo e maneggevole di circa dieci centimetri. E’ inserito in una scatolina di cartone rigido, ove è facile riporlo dopo l’uso, ed è corredato di pannetto per la pulizia, cavetto per l’alimentazione (si carica come un normale cellulare) e libretto d’istruzioni.

Come agisce

Questo apparecchio sfrutta in combo i benefici effetti del calore magnetico (raggiunge i 45°) e del micromassaggio. Non va mai utilizzato da solo, bensì sopra ad un velo di prodotto specifico per labbra. Il calore e il massaggio faranno penetrare i principi attivi più in profondità, stimoleranno il rinnovamento cellulare e la produzione di collagene e *fibroplasti, e daranno alle vostra labbra un aspetto più liscio, turgido e sano.

COSA PROMETTE

Diminuzione delle rughette del contorno labbra, pelle liscia ed idratata, colore naturale più pieno e uniforme, labbra più turgide e voluminose.

QUANDO SI CONSIGLIA DI UTILIZZARLO

Non vengono date particolari indicazioni su quando utilizzare il dispositivo, ma se ne raccomanda l’uso quotidiano e costante per un tempo medio di circa 5 minuti.

Come utilizzarlo

  1. Rimuovere accuratamente il trucco dalle labbra e asciugarle.
  2. Applicare il prodotto nutriente scelto sia sul labbro superiore che su quello inferiore.
  3. Ripetere delle pressioni di circa 10 secondi per tutta la superficie delle labbra, avendo cura di trattare anche i bordi.
  4. Dal 4° minuto in poi possiamo far seguire piccoli movimenti rotatori a movimenti che dal centro della bocca si muovono verso gli angoli.

Se il vostro Gieffe non dovesse vibrare correttamente si consiglia di attendere qualche secondo e riprovare ad appoggiarlo sulle labbra, controllando che aderisca bene, che la posizione sia corretta  e che vi sia un sufficiente strato di prodotto per permettere lo scivolamento.

Lo Smak può essere utilizzato con due modalità: luce blu e luce rossa.

  • Luce blu: frequenza di 3000 vibrazioni al minuto per un’azione idratante.
  • Luce rossa: frequenza di 13000 vibrazioni al minuto per un’azione riparatrice e ristrutturante.

Un avviso sonoro segnalerà i minuti che passano.

Smak, il dispositivo Gieffebeauty

Smak, il dispositivo Gieffebeauty

 

CON COSA SI UTILIZZA

Il GieffeBeauty si utilizza con qualsiasi prodotto labbra antiage e idratante. Si consiglia l’acido ialuronico, già compreso nel kit venduto sul sito ufficiale.

Io ho utilizzato il mio Smak con il siero “luminous eye-lip” di Purophi e mi sono trovata molto bene.

PULIZIA E RICARICA

Al termine di ogni utilizzo basterà pulire la parte in acciaio con il pannetto in dotazione e poi richiudere il tappo seguendo la direzione indicata. In soli 30 secondi l’apparecchio si sterilizzerà automaticamente e perfettamente.

Smak, il dispositivo Gieffebeauty

CONTROINDICAZIONI

Nessuna.

Finalmente vi posso dire cosa ne penso…

Parto subito con una nota positiva: una ricarica permette alla batteria di durare per moltissime applicazioni. Lo sto utilizzando da circa un mese in maniera continuativa e non ho ancora dovuto attaccare il cavetto al pc. Fantastico!

Altra nota positiva: è un prodotto piccolo e pratico, comodissimo da portare in borsa e in viaggio, si può utilizzare dove e quando si vuole. Quindi, basta scuse per i più pigri!

TEMPI E RISULTATI

I primi risultati sono pressoché immediati. Fin dalle prime applicazioni (se fatte nel modo corretto) si può notare un miglioramento generale dell’aspetto delle nostre labbra. Il contorno appare come disegnato naturalmente, mentre il resto della bocca è morbido e liscio. Anche applicare il makeup diventa davvero un gioco da ragazzi, e qualsiasi rossetto viene valorizzato da una “base” sana e priva di pellicine o di aridità.

A CHI NON LO CONSIGLIO

Mi è capitato di leggere di ragazzine di vent’anni che smaniano per acquistare questo tipo di prodotto. Ecco, dall’alto dei miei “anta”, consiglierei loro un buon balsamo labbra e qualche scrub, stop. A quell’età dei dispositivi si può ancora fare a meno.

A CHI LO CONSIGLIO

A tutte le donne o a tutti gli uomini che desiderano contrastare i segni del tempo in maniera efficace e naturale, e a tutti coloro che hanno perennemente le labbra screpolate e rovinate.

E lo consiglio ai grandi baciatori, per restare impressi in maniera indelebile nel cuore della propria metà.

A proposito… si sta avvicinando S. Valentino, quale regalo migliore?

Smak, il dispositivo Gieffebeauty

REPERIBILITA’ E COSTI

Si possono acquistare i dispositivi GieffeBeauty sul sito ufficiale con spese di spedizione di 5,50 euro (che vengono abbuonate nel caso di acquisti multipli), oppure su Amazon. I costi variano da 49,50 euro a 59,50 euro a seconda dell’apparecchio scelto.

INFORMAZIONE UTILE PRESENTE SUL SITO

Ci sono giunte segnalazioni che sul sito “FAKE” denominato jpnwebmall vengono posti in vendita i prodotti GieffeBeauty senza che poi venga effettuata la spedizione.
ATTENZIONE si tratta di un sito fraudolento non riconducibile a GieffeBeauty , non siamo responsabili delle mancate spedizioni per gli ordini su jpnwebmall.

Mi sembrava doveroso concludere con questa segnalazione perché potrebbe essere facile incappare in qualche brutta imitazione.

Direi che per il momento è tutto, ma non escludo di tornare a parlarvi presto di questa splendida innovazione del settore cosmetico, perché visti i risultati dello Smak sono tentata di acquistare anche gli altri due fratellini.

Sono un cuore tenero e le famiglie vanno tenute unite, o no?

Unghie sui vetri.

Sipario e… alla prossima!

Articolo scritto da LaCimpinessa

* I fibroplasti sono le principali cellule del derma deputate alla produzione delle fibre.

Patch occhi e labbra – Gyada Cosmetics

Eccomi qui anche questo mese per una nuova chiacchierata.

Oggi condivido con voi le mie impressioni su patch occhi e labbra di Gyada. Sono una novità che ho avuto il piacere di testare e provare nei giorni di festa passati dove, diciamolo, un po’ tutte vogliamo apparire al top della forma ed anche il viso viene curato al massimo.

Di Gyada Cosmetics abbiamo già parlato in vari articoli sul nostro blog, questo a dimostrazione che è una marca sempre pronta a mettersi in gioco.

Maschere in tessuto

Le ultime nate sono le maschere in tessuto, la loro evoluzione è, ora, in questi patch che vanno a focalizzare il loro utilizzo sulle zone più sensibili del viso.

Patch occhi e labbra - Gyada Cosmetics

Che cosa hanno in comune?

  • Il tempo di posa di quindici minuti.
  • Sono molto imbevute e a volte senti “colare” il liquido sul viso.
  • Sono prive di profumazioni, penso per rispettare la delicatezza  delle  zone d’applicazione.
  • La confezione colorata e accattivante
  • Sono realizzate con cellulosa 100% vegetale, Nichel tested e certificati AIAB.

Io ho provato l’intera linea di queste novità Patch labbra N.1, N. 2; Patch occhi N.1, N.2, N.3, N.4.

Patch labbra

Devo premettere che ho messo a dura prova le maschere per le labbra perché, nonostante il freddo, ho evitato il burro cacao per giorni, ma anche gli occhi sono stati un ottimo terreno di testing perché durante le feste le ore di sonno si sono notevolmente ridotte.

Patch labbra N. 1

Effetto idratante / riparatore per labbra molto secche

Maschera ideale per labbra molto secche e screpolate, formulato con ingredienti che favoriscono una profonda idratazione e il fisiologico equilibrio della cute.

Avevo le labbra leggermente screpolate per testare al meglio l’effetto riparatore! La sensazione appena messa è stata fresca e mi ha dato un leggero pizzicore, naturalmente sopportabile e, anzi, piacevole. L’ho tenuta in posa qualche minuto in più e non ho avuto fastidio.

Alla fine le labbra sono molto morbide e idratate anche il giorno successivo. La sua funzione lenitiva è data dalla presenza di malva, equiseto e caesalpinia spinosa che ha forti proprietà idratanti e calmanti.

INCI

Aqua, Propanediol, Glycerin, Sodium hyaluronate, Lactobacillus, Polymnia sonchifolia root juice, Alpha-glucan oligosaccharide, Arginine, Betaine, Sucrose, Malva sylvestris leaf extract (*), Equisetum arvense extract, Maltodextrin, Hydrolyzed caesalpinia spinosa gum, Caesalpinia spinosa gum, Ceratonia siliqua gum, Carrageenan, Cellulose gum, Tetrasodium glutamate diacetate, Ethylhexylglycerin, Benzyl alcohol, Sodium benzoate, Potassium sorbate.

Patch occhi e labbra - Gyada Cosmetics

Patch labbra N. 2

Effetto rimpolpante/ volumizzante

Ideale per tutti i tipi di labbra come trattamento anti-age ad effetto volumizzante. Formulato con ingredienti che aiutano a donare volume e turgore alle labbra.

Appena messa ho avuto la sensazione di formicolio alle labbra e poi di un leggero bruciore. Infine, quando ho tolto la maschera, avevo le labbra anestetizzate e la sensazione che fossero più polpose e carnose, come quando mangi cose molto piccanti. Non mi è dispiaciuto ma direi che non è per tutte.

Come consiglio direi di tenerla in posa leggermente meno per evitare l’effetto anestetico che dura anche qualche minuto dopo che è stata rimossa.

INCI

Aqua, Propanediol, Glycerin, Palmitoyl hexapeptide-19, Sodium hyaluronate, Lythrum salicaria extract, Betaine, Pueraria lobata root extract, Trigonella foenum-graecum seed extract (*), Maltodextrin, Xanthan gum, Tetrasodium glutamate diacetate, Ethylhexylglycerin, Benzyl alcohol, Phenoxyethanol, Potassium sorbate, Sorbic acid.

Patch occhi

Passiamo ai trattamenti per avere uno sguardo riposato anche se abbiamo dormito poche ore.

Questi patch si pongono sotto il contorno occhi e, come dicevo, hanno la particolarità di essere molto carichi di prodotto. Questo porta al formarsi di piccole “lacrime” che si possono stendere sugli zigomi per evitare di sprecarne il siero.

Patch occhi n. 1

Effetto idratante/levigante

Per tutti i tipi di contorno occhi, ideali per ogni tipo di pelle e qualsiasi età. Formulati con ingredienti che aiutano a mantenere la corretta idratazione della pelle e aiutano a ridurre i piccoli segni d’espressione.

L’ho trovata piacevole. Mi ha lasciato la zona contorno occhi ben idratata, effetto che penso sia dovuto all’estratto di malva che ha funzioni lenitive e alla caesalpinia spinosa con le sue proprietà idratanti.

Come azione levigante non ho trovato miglioramenti, solo un leggero appianamento delle mie zampette di gallina, ma non ho riscontrato risultati evidenti.

INCI

Aqua, Propanediol, Glycerin, Glucomannan, Sodium hyaluronate, Palmitoyl hexapeptide-19, Hydrolyzed caesalpinia spinosa gum, Hydrolyzed tomato skin, Malva sylvestris leaf extract (*), Sodium lactate, Sodium PCA, Fructose, Glycine, Niacinamide, Urea, Inositol, Lactic acid, Citric acid, Tetrasodium glutamate diacetate, Ethylhexylglycerin, Caesalpinia spinosa gum, Sodium benzoate, Potassium sorbate, Benzyl alcohol, Phenoxyethanol.

Patch occhi n. 2

Effetto illuminante/riposante

Per contorno occhi stanchi e segnati, formulati con ingredienti naturali che in sinergia favoriscono uno sguardo fresco, riposato e luminoso.

Mi sono trovata bene, anche se i miei occhi non avevano segni profondi ma, ahimè, le zampe di gallina sono sempre lì.

Nota positiva: l’effetto illuminante mi ha aiutato con la mia base trucco, che in questo periodo consiste in una crema idratante e un illuminate con effetto lifting.  Appena ho tolto i patch ho avuto una sensazione di frescura che mi è durata per parecchie ore, forse dovuta alla presenza di aloe che, con la sua azione calmante e lenitiva, aiuta a donare uno sguardo riposato e illuminato.

INCI

Aqua, Aloe barbadensis leaf juice (*), Glycerin, Propanediol, Sodium hyaluronate, Hydrolyzed verbascum thapsus flower, Ananas sativus fruit extract, Nannochloropsis oculata extract, Glucomannan, Pullulan, Citric acid, Tetrasodium glutamate diacetate, Ethylhexylglycerin, Benzyl alcohol, Potassium sorbate, Phenoxyethanol, Sodium benzoate.

Patch occhi e labbra - Gyada Cosmetics

Patch occhi n. 3

Rimpolpanti/Effetto Lifting

Per contorno occhi molto segnati,  hanno una combinazione di peptidi biomimetici che aiutano il trattamento cosmetico dei segni d’espressione.

Patch interessante per la presenza di  olio di argan e di ginseng, che sono ottimi anti-age, e dell’avena che contiene molti antiossidanti. Rispetto ai patch n.1 ho visto che le zampe di gallina si sono attenuate in modo visibile, forse per una maggiore presenza dei “peptidi Botox-like”.

Quando vengono tolti lasciano la pelle idratata e si ha una leggera sensazione di tensione della pelle.

INCI

Aqua, Propanediol, Glycerin, Palmitoyl hexapeptide-19, Acetyl hexapeptide-8, Hydrolyzed hyaluronic acid, Argania spinosa kernel extract, Panax ginseng root extract, Avena sativa kernel extract (*), Glucomannan, Sodium cocoyl glutamate, Caprylyl glycol, Ethylhexylglycerin, Tetrasodium glutamate diacetate, Benzyl alcohol, Phenoxyethanol.

Patch occhi n. 4

Borse /occhiaie

Azione drenante e astringente, ideali per il trattamento cosmetico di borse e occhiaie, con ingredienti che favoriscono il drenaggio dei liquidi in eccesso e il micro-circolo.

Questi patch li ho provati nei giorni che precedono il Natale, quando si dorme poco e borse e occhiaie dovute alla stanchezza iniziano a essere più marcate. Devo dire che si sono comportati in modo egregio e la presenza di mirtillo e ginepro ha contribuito a migliorare lo stato d’idratazione, minimizzando le occhiaie. Il complesso liftante ha fatto il suo dovere minimizzando i segni del tempo ma, ovviamente, non fa miracoli facendo sparire le rughe!

INCI

Aqua, Propanediol, Glycerin, Sodium silicate, Nannochloropsis oculata extract, Cucumis sativus fruit extract (*), Vaccinium myrtillus fruit extract (*), Juniperus communis fruit extract (*), Pullulan, Lactic acid, Xanthan gum, Tetrasodium glutamate diacetate, Ethylhexylglycerin, Benzyl alcohol, Sodium benzoate, Potassium sorbate.

In conclusione

Penso che questi patch siano molto utili a chi non è avvezzo all’uso di maschere perché sono pratici nella loro applicazione, mirando a zone ben precise.

Penso che ricomprerò i patch occhi n. 2 e n. 4 e il patch labbra n. 1. 

Con questo è  tutto, ci vediamo il prossimo mese!

A presto 

Articolo scritto da Eli

Le Interviste di #LBSN: incontriamo Bio’s

Bentornati nel nostro Blog!

Nessuna recensione rende l’idea di chi ci sia dietro un brand, ma credetemi se vi dico che vale sempre la pena scoprirlo. Nascono così le nostre interviste e la protagonista di oggi è Danya, Daniela per noi, anima del marchio Bio’s.

Ha catturato la mia attenzione un suo messaggio privato in cui mi ringraziava perché da una mia foto che avevo pubblicato in cui ero con Francesca, mia amica e titolare del Laboratorio Fitocosmetico Pascucci, aveva dato vita a nuovi prodotti.

Leggete cosa ci racconta… Bio’s

Buona lettura!

Le Interviste di #LBSN: incontriamo Bio's

 

1. Siamo rimaste incuriosite dal fatto che nasci come ceramista e poi, ad un certo punto, crei un’azienda di cosmetici ecobio. Il passo è tutt’altro che breve: quali step intermedi ci sono stati? Come ti sei approcciata al mondo dell’ecobio? Quando è realmente nato il vostro brand?


Nasco da un padre biologo naturopata ed una madre architetto, in età scolastica non ho potuto scegliere e ho seguito le orme di mia madre, così ho una laurea in architettura ed un master in marketing.

Nella nostra vita si è parlato di biologico da sempre, mio padre ha trasmesso questa passione a me e ai miei fratelli, ma la vita non mi ha concesso prima di poter occuparmene in termini lavorativi. Non appena laureata, ho conosciuto il padre di mio figlio. Ho lasciato il nord Europa, dove studiavo ed il nord Italia, dove abitavo, per seguirlo in Umbria, ad Orvieto esattamente. Da quel momento la mia vita sentimentale ha vissuto momenti davvero difficili e quella lavorativa ancor di più.

Dovendomi inventare un lavoro ed essendo nel paese del vino e della ceramica ho iniziato con quest’ultima. Bellissima esperienza, ma con l’attacco dell’11.09.2001 il turismo è crollato da un giorno all’altro e ho dovuto chiudere la mia attività, facendo l’architetto senza retribuzione. Poi ho deciso di trasferirmi a Montefiascone, ma anche qui, senza una famiglia e con un figlio adolescente, mi sono dovuta reinventare.

Nel 2016 ho incontrato il mio attuale compagno che con la sua famiglia ha un’attività di ingrosso per le farmacie e da qui, grazie alla collaborazione con una ragazza che ha un laboratorio di cosmetici bio, è partita la mia avventura.

Ho creato così la linea di cosmetica ecobio con il nome di Bio’s!

Nel frattempo ho lasciato l’azienda dei miei suoceri, incompatibile con la mia etica e con quello che è il mio progetto di produzione di cosmesi naturale.

Dopo un anno circa il mio rapporto con il laboratorio iniziale si è concluso a seguito della mia conoscenza con Francesca, grazie ad un tuo post.


2. Hai altre passioni legate alla natura, alle piante, alla terra?


Ho passioni nell’anima di terra e di territorio, sono innamorata della Tuscia e di ciò che produce e rende questo territorio, ma non ho fisicamente il tempo di fare nulla, il lavoro mi impegna circa 20 ore al giorno.


3. Bio’s è fatto di persone: ce le presenti? Parlaci del tuo staff, partendo da te!


Bio’s è la mia famiglia letteralmente. Io mi occupo delle formulazioni, offro il mio contributo al laboratorio e seguo il rapporto con i clienti. Patrick, mio figlio, lavora al mattino con i miei suoceri e con Christian, mio marito, e il pomeriggio mi aiuta nelle spedizioni. Christian, purtroppo è ancora impegnato tutto il giorno con l’attività di famiglia e quando rientra la sera mi aiuta in tutte quelle cose tecniche che non sono riuscita a portare a termine da sola.


4. Siamo ragazze curiose e, a parte me, non conosciamo esattamente cosa c’è dietro un cosmetico, un prodotto finito. Ti va di raccontarci come nasce un prodotto cosmetico, quali test subisce prima di arrivare a noi consumatori?


Un cosmetico per quanto mi riguarda, nasce dalla necessità di dare una risposta alla richiesta del cliente. Io non amo mettere in produzione prodotti fini a se stessi o seguendo la moda della concorrenza. Metto in produzione fitocosmetici funzionali e giorno dopo giorno rivedo e valuto ogni possibile variante per migliorarne la resa o l’ efficacia.

Parto dalla richiesta di mercato e sviluppo una formula, non essendo un tecnico in questo, sottopongo a Francesca la mia formula e lei la rielabora, corregge e ne realizza dei campioni. Dopo di che si fanno eseguire in un laboratorio analisi, test per la presenza di nickel o metalli pesanti, challenge test per valutarne la stabilità e un patch test allergologico.

Se tutto questo risulta regolare, si mettono in produzione i quantitativi necessari.

Le Interviste di #LBSN: Bio's


5. Ho letto sul vostro sito che alla base di tutto il vostro lavoro c’è la collaborazione, che non è semplice da trovare. Quali sono le difficoltà che maggiormente hai incontrato?

Sono una persona troppo propositiva per sentire o ricordare le difficoltà, certo ce ne sono!!! Persone che si dimostrano collaborative ma che in realtà si appropriano della tua disponibilità e non danno nulla in cambio… ce ne sono state molte!

Ma fa niente, appena mi accorgo le allontano elegantemente.


6. Negli ultimi tempi il mercato dei cosmetici artigianali è letteralmente esploso. Quali sono i pro e contro che hai riscontrato sul mercato in questi anni?


E’ vero, sono nate molte realtà simili alla mia. Il vantaggio è che viene diffusa maggiormente la politica del biologico o comunque del naturale. Inoltre ho sempre nuove realtà per collaborare e confrontarmi con persone che magari, iniziando, hanno bisogno di supporto o aiuto per realizzarsi o affermarsi sul mercato. Di contro, è sempre più difficile distinguere i prodotti validi da quelli nati per puro caso e senza una linea guida etica.


7. Prodotti cosmetici artigianali ce ne sono molti, la normativa non aiuta di certo a far chiarezza su cosa sia un prodotto bio e che caratteristiche debba avere. Alcuni brand hanno optato per la certificazione da enti terzi per garantire i propri prodotti, altri brand ritengono non siano necessario. Qual è l’approccio di Bio’s in merito? Cosa vi fa distinguere dagli altri e quale consiglio daresti a noi consumatori?

All’inizio del mio percorso, nel 2016, ritenevo che una certificazione fosse necessaria, tant’è che mi ero rivolta ad un ente, piuttosto importante, per poter far certificare i prodotti mettendo il loro logo accanto al mio per dare ai clienti una maggiore serenità nell’acquisto. Poi con il tempo mi sono resa conto che all’ente certificatore interessa ben poco di quello che fai e di come lo fai, tant’è che mi ha chiesto il pagamento dell’intera somma necessaria per la certificazione, senza che io abbia nemmeno inviato loro i prodotti da analizzare e senza alcun controllo preliminare. Ciò  mi ha fatto pensare che una volta presi i miei soldi non avrebbero potuto far altro che acconsentire al loro logo, perché cosa sarebbe potuto succedere di diverso? Mi dicevano, le restituiamo il denaro perché i suoi prodotti non sono certificabili… mmmh…

Allora, in quel momento ho deciso che ci avrei messo io la mia faccia! Io personalmente e per legge mi assumo tutta la responsabilità che serve per dire che ogni cosa che Bio’s pensa, fa e mette in commercio, segue la politica dell’ECOBIO. Io, e le persone che lavorano con me, sentiamo interiormente e viviamo nel pieno rispetto della salvaguardia dell’ambiente, dell’ecosistema in generale. Ma, cosa ancor più importante, non userei mai e dico mai una sostanza che possa essere dannosa o nociva per qualunque persona, pianta o animale.

Ci distingue la semplicità degli ingredienti, e la semplicità delle formulazioni. Se devo descrivere Bio’s in una parola: SEMPLICE.

Il mio consiglio per i consumatori è di non farsi prendere dall’isteria nell’acquistare i cosmetici, questa è la nuova tendenza purtroppo. Non cambiate routine in continuazione solo perché è uscito un nuovo prodotto e lo hanno comprato tutti, tranne te. Cercate di capire di cosa realmente ha bisogno la vostra pelle o i vostri capelli, una volta trovati i prodotti giusti usateli e ricomprateli.

Le Interviste di #LBSN: Bio's


8. Qualche mese fa mi hai contattata per ringraziarmi di averti fatto conoscere indirettamente Francesca, mia amica e oggi vostra collaboratrice e da quel momento mi pare di capire che sono nati nuovi prodotti Bio’s e alcuni stanno vivendo un’era 2.0. C’è un nuovo catalogo? Cosa c’è di diverso?


Già, come detto sopra proprio grazie ad un tuo post ho conosciuto Francesca e con lei ho riformulato tutte le referenze, è stato un lavoro lungo che ha richiesto anche molti sacrifici, ma ora siamo pronti a partire nel migliore dei modi. Il catalogo è lo stesso di sempre aggiornato con la nuova grafica dei prodotti e i nuovi INCI.

 

Le variazioni hanno riguardato molti prodotti:

  • gli shampoo hanno una consistenza fluida e limpida, differentemente da prima;
  • i balsami e le maschere sono maggiormente districanti e con una texture più fluida;
  • le creme giorno si sono arricchite di SPF 20 e sono in flaconi airless;
  • il contorno occhi e le referenze con i peptidi sono stati potenziati.

9. Il prodotto Bio’s che ti piace di più e quello che ti piace di meno?

Io amo il burro struccante, è quello che mi piace maggiormente e quello che mi piace di meno… mmmh non saprei… direi una bugia, li amo tutti, anche quelli della linea uomo.

Le Interviste di #LBSN: incontriamo Bio's


10. Confessa: sei alle prese con nuovi prodotti? Cosa bolle in … laboratorio?

Saremo presenti al SANA come espositori e ovviamente ci saranno delle novità, ma seguendo la logica aziendale, nulla che non sia strettamente necessario.


11. Direi che ti ho stressato abbastanza, però vorrei chiudere l’intervista con una frase o un proverbio, scegli tu, che vi rappresenti…

Mio marito ha coniato: PIU’ BIO’S PER TUTTI. Ormai è il nostro motto!!

Cara Daniela, sinceramente penso che il tuo motto sia ”Volli e sempre volli, fortissimamente volli”, perché ci hai detto a chiare lettere che dietro un semplice logo c’è forza di volontà, mossa da passione e voglia di portare avanti gli insegnamenti di famiglia, non dimenticando mai chi sei e da dove vieni, neppure in nome del progresso e in barba alle leggi del mercato.

Grazie Danya per averci aperto la porta di Bio’s!


Potrebbero interessarti anche:
Viaggio intorno alle origini della cosmesi [Intervista a Muriel]
Adottiamo la lavanda: intervista a Podere Argo

Acida Romantica per LBSN [MI CASA ES TU CASA]

Acida Romantica per LBSN

Per la rubrica Mi casa es tu casa oggi incontriamo ACIDA ROMANTICA

Mi chiamo Marta, ho 24 anni e sono la fondatrice de “Il Blog di Acida Romantica”. È un vero piacere poter scrivere in questo blog tanto apprezzato nel mondo virtuale. 

Spinta dalla passione e dalla curiosità per i rimedi naturali, alcuni anni fa ho iniziato a studiare e a testare prodotti e routine, fino ad arrivare finalmente a conoscere a fondo le caratteristiche e le necessità della mia pelle. Per tale motivo, oggi voglio regalarvi alcune nozioni e comportamenti ideali da adottare per avere una pelle dall’aspetto più salutare.

Acida Romantica per LBSN

Ciò che vi propongo è un tipo di skincare da effettuare due volte al giorno (la mattina e la sera). Essa ha origini giapponesi ed è costituita da 7 fasi: 

  • STRUCCAGGIO (struccaggio tradizionale + struccaggio con olio)
  • DETERSIONE
  • LOZIONE
  • SIERO
  • CONTORNO OCCHI
  • CREMA
  • BALSAMO LABBRA

Lo “STRUCCAGGIO”

Struccare la propria pelle è un gesto quotidiano importante per un aspetto più giovane e fresco.

“Io non mi trucco, posso evitare questo passaggio”?

Assolutamente NO. La pelle è l’organo deputato ad assicurare la protezione all’organismo e permettere i rapporti con il mondo esterno. Questa sua funzione “protettiva” ai nostri giorni è molto condizionata dall’uomo e dal suo stile di vita. Basti pensare al sebo che ogni giorno la nostra pelle produce naturalmente e a tutte quelle impurità che si accumulano nel corso della giornata. Impurità che se non vengono accuratamente rimosse possono ostruire i pori generando brufoli, inestetismi vari e irritazioni.

La pulizia del viso dal trucco è indispensabile anche per prevenire e contrastare l’invecchiamento perché consente alla pelle di respirare e rigenerarsi.

Chiarito questo, possiamo passare alle DUE FASI DI STRUCCAGGIO fondamentali:

  • STRUCCAGGIO TRADIZIONALE
  • STRUCCAGGIO CON OLIO

LO STRUCCAGGIO TRADIZIONALE

È molto importante struccarsi nella maniera corretta cominciando dagli occhi.

La zona del contorno occhi, essendo molto delicata, necessita di essere trattata con un prodotto specifico, chiamato bifasico. Un buon bifasico deve essere costituito da una fase oleosa, da una acquosa e da tensioattivi: solo questa composizione permette di sciogliere correttamente e in maniera efficace il trucco evitando lo sfregamento della zona perioculare che invece si verificherebbe se si utilizzasse un olio puro.

Il bifasico si utilizza versando una piccola quantità su un dischetto di cotone che andrà poi tamponato sugli occhi delicatamente e lasciato agire per qualche secondo. In questo modo la soluzione andrà a sciogliere il trucco senza procurare stress e/o microlesioni. Attualmente sono sul mercato eco bio anche ottime acque micellari che oltre ad essere utilizzate per struccare il viso, possono essere impiegate anche sugli occhi.

LO STRUCCAGGIO CON OLIO

Terminata la fase di struccaggio tradizionale si può procedere con quella che richiede l’impiego di un olio: un rituale di bellezza molto diffuso in Giappone e che regala alla pelle sorprendenti benefici.

È buona norma saper riconoscere quale olio va bene alla nostra pelle e quale, invece, potrebbe risultare comedogenico. In generale, gli oli meglio tollerati in questa fase sono quello di cocco, di jojoba e di camelia.

“Come si applica?”

Inumidite il viso e mettete l’olio sui palmi delle mani. Applicatelo sul viso ed effettuate un delicato massaggio circolare su tutto il viso. Lo scopo è quello di nutrire la pelle in profondità senza stressarla.

LA DETERSIONE

Una volta finito di struccarsi con l’olio, sciacquate il viso usando acqua calda e un sapone detergente. Una detersione profonda vi permetterà di eliminare ogni eccesso d’olio per una pelle sempre più fresca, pulita e libera da qualsiasi impurità.

LA LOZIONE

A questo punto avremo una pelle perfettamente detersa e pronta a ricevere i trattamenti successivi. Questa fase ha lo scopo di riequilibrare, tonificare e restringere i pori della pelle e di “dissolvere” l’eventuale calcare che si è accumulato nei pori.  Tra le numerose lozioni presenti nel mondo eco bio consiglio gli idrolati conosciuti anche come “acque floreali” e le acque termali.

Acida Romantica per LBSN

IL SIERO

L’applicazione del siero è uno step molto importante della nostra skincare quotidiana: è fondamentale per una corretta cura del viso.  Grazie al suo concentrato di principi attivi contribuisce a mantenere la cute idratata e crea un film idrolipidico che protegge l’epidermide e la nutre in profondità.

Così come le creme, anche i sieri vanno scelti in base ai bisogni specifici poiché si tratta di trattamenti che curano e stimolano le cellule dell’epidermide. Esso si applica con le punte delle dita, accarezzando la pelle con movimenti circolari.

IL CONTORNO OCCHI

Similmente al contorno labbra, il contorno occhi è una zona estremamente delicata della pelle del viso perché sottoposto continuamente agli insulti ambientali ed ai naturali movimenti della mimica facciale. Pertanto, è bene riservare a questa zona le dovute attenzioni. È opportuno utilizzare un prodotto che idrati sia l’arcata sopraciliare sia la zona sotto gli occhi (le occhiaie). Si applica picchiettando delicatamente con le punte delle dita.

LA CREMA

Anche la crema viso deve essere scelta in base al proprio tipo di pelle. In generale è opportuno scegliere una crema da giorno per idratare e una da notte per nutrire, riparare e rigenerare. Inoltre, è molto importante che esse contengano materie prime di ottima qualità.

IL BALSAMO LABBRA

Giunti alla conclusione di questa beauty routine, è importante non dimenticarsi delle labbra! Balsami labbra o burrocaco naturali hanno lo scopo di idratarle e di proteggerle dalle aggressioni esterne come umidità, aria secca e sbalzi di temperatura.

Acida Romantica per LBSN

N.B. Non trascurate mai collo e decolleté, anch’essi bisognosi di pulizia, idratazione e nutrimento!

Articolo scritto da Acida Romantica
Se volete curiosare sul bellissimo blog di Acida Romantica cliccate QUI.

Potrebbero interessarti anche:
Il Barbatrucco della Mokarta per LBSN
Skincare routine Me Natural Skin Care
Kit viaggio per essere perfetta – Maternatura

Xlent labbra Trattamento volumizzante – Lepo

Quest’anno, scongiurando imprevisti ed impegni improrogabili, sono finalmente riuscita ad andare al Cosmoprof.

Gli stand che mi interessava visitare erano tantissimi ma il primo in assoluto nel quale mi sono fermata, insieme alla mia “collega” Margherita, è stato proprio quello di Lepo, brand che avevo da poco conosciuto e che mi incuriosiva tanto, ma del quale non avevo ancora provato nessuna referenza.

Brevi cenni sull’azienda

Pedrini Cosmetici s.r.l  inizia la sua attività nel 1984.

La passione per l’erboristeria, unita al desiderio di promuovere una cultura più consapevole della cosmesi naturale, valorizzando le sostanze vegetali di provenienza ecologica e biologica, l’ha portata oggi ad essere un’azienda leader nel settore.

All’inizio della propria attività, l’azienda importò dall’Oriente alcuni cosmetici formulati con ingredienti naturali tra cui lo storico rossetto “cambiacolore” a ph sensibile, a base di cera d’api e oli vegetali. Gli venne dato il nome Lepo, che in cinese significa Onde di Bellezza. Diventò successivamente il marchio che contraddistingue tutta la gamma di prodotti che comprende makeup naturale, trattamenti per viso e corpo, igiene e benessere.

Ma torniamo a noi!

La ragazza che ci ha accolto allo stand è stata molto gentile e disponibile.

Ci ha mostrato la vasta linea di cosmetici soffermandosi sulla presentazione delle novità.

Prima di salutarci ci ha omaggiate di una bustina contenente alcuni dépliant e campioncini, il bio mascara e il trattamento labbra.

Del mascara vi parlerà Margherita nei prossimi giorni.

Io vorrei soffermarmi su Xlent labbra, il trattamento labbra volumizzante.

Xlent labbra Trattamento volumizzante labbra - Lepo

Xlent labbra – Trattamento volumizzante ai 3 acidi ialuronici

Stick labbra effetto volume a base di 3 tipi di acido ialuronico a diverso peso molecolare che penetrano nell’epidermide a diverse profondità.

Le labbra appariranno immediatamente più morbide e idratate e, giorno dopo giorno, acquisteranno un aspetto più compatto, voluminoso e pieno.

  • Senza parabeni
  • Senza siliconi
  • Nickel tested
  • Cruelty free
  • Non testato su animali.

INCI

Caprylic/Capric Triglyceride, Ricinus Communis (Castor) Seed Oil, Cera Alba/Beeswax, Octyldodecanol, Glyceryl Behenate, Bis-Diglyceryl Polyacyladipate-2, Butyrospermum Parkii (Shea) Butter*, Oryza Sativa Cera/Oryza Sativa (Rice) Bran Wax, Glyceryl Laurate, Tocopherol, Aqua/Water, Beta-Sisterol, Ethylhexyl Stearate, Squalene, Sodium Hyaluronate Crosspolymer, Hydrolized Sodium Hyaluronate, Sodium Hyaluronate, Polyglyceryl-4 Diisostearate/ Polyhydroxystearate/Sebacate, Sodium Isostearate, Ethylhexyl Palmitate, Silica Dimethyl Silylate, Butylene Glycol, Phenoxyethanol, Caprylyl Glycol, Hexylene Glycol, Parfum/Fragrance.

*Da Agricoltura Biologica/Organic Farming

Sono davvero felice di aver ricevuto Xlent Labbra perché, molto probabilmente, avendo già le labbra particolarmente carnose, non lo avrei mai acquistato di mia iniziativa.

Pensavo, infatti, si trattasse di uno di quei lip plumper che pizzicano e  fanno sembrare le labbra più voluminose per un paio di ore. Mi sbagliavo!

Ho sentito anche definirlo burrocacao… beh direi che è riduttivo!

Un prodotto innovativo

Si tratta, invece, di un prodotto innovativo, altamente specializzato per la cura e la protezione antiaging delle labbra.

La particolarità di questo stick labbra è che, essendo formulato con acido ialuronico a tre diversi pesi molecolari, ne sfrutta tutte le potenzialità garantendo ottimi risultati.

L’acido ialuronico ad alto peso molecolare  è in grado di trattenere maggiori quantità d’acqua e agisce sulla strato superficiale della pelle. Non essendo, infatti, in grado di penetrare in profondità, crea una sorta di barriera contrastando la disidratazione.

Quello a medio peso molecolare riequilibra il tasso di idratazione rafforzando la fermezza dei tessuti.

Infine l’acido ialuronico a basso peso molecolare, trattiene meno l’acqua, ma riesce a penetrare più in profondità, stimolando la naturale produzione di collagene con conseguente diminuzione delle rughe, ed un evidente effetto rimpolpante.

Xlent labbra Trattamento volumizzante labbra - Lepo

La mia esperienza

Nell’immediato Xlent rende le labbra morbidissime e ben idratate.

L’ho trovato perfetto anche come base per il rossetto poiché ne facilita la stesura.

Non appiccica ed è molto piacevole applicarlo… una vera coccola!

Nel lungo periodo però, e questa è a mio avviso la cosa più interessante, Xlent Labbra conferisce alle labbra un aspetto più compatto, voluminoso e pieno con una maggior definizione del contorno. Insomma, un vero e proprio trattamento.

Ne applico un velo tutte le mattine prima del rossetto, mentre sono particolarmente generosa la sera prima di andare a letto. Proprio come se mi facessi un impacco! 😀

Fantastico!

Continuerò ad utilizzare Xlent Labbra all’infinito!

Per forza…. l’età avanza!

Dati tecnici
Quantità 4,2 gr
PAO 24 mesi
Prezzo 16,90€
Reperibilità sul sito ufficiale, vari shop online e nelle migliori bioprofumerie
Articolo scritto da Christy Effe

Potrebbero interessarti anche:
[Il caso] Bio Elisir Olio Booster – Lepo
Scrub labbra al peperoncino – Officina Umbra
Liptint Purobio Cosmetics [Mitruccobio]

The Real Balm – Antos Cosmetici

Ciao a tutte, ragazze! Oggi vi voglio parlare di una fantastica novità in casa Antos: The Real Balm, lo stick labbra vegano!

Ma siccome a noi piace stupirvi sempre, non mi limiterò a parlarvi di questo prodotto ma vi svelerò qualche uso alternativo salva vita!

The Real Balm

Antos ha da poco lanciato in commercio questo nuovissimo stick labbra che chiamare burrocacao sarebbe troppo riduttivo.

The Real Balm - Antos Cosmetici

Si tratta di uno stick completamente vegetale creato ispirandosi ai rossetti già prodotti dall’azienda per ottenere un prodotto molto versatile e a lunga durata! Infatti si nota subito la consistenza, burrosa e morbida ma allo stesso tempo solida, che resiste anche sotto il sole in macchina a 30°!

L’attenzione, poi, passa sul profumo che mi ha letteralmente fatta impazzire: un odore di vaniglia e burro che mi ricorda l’impasto crudo della pasta frolla… assolutamente golosissimo!

Ma quali sono le funzionalità di base di The Real Balm?

In primis, sicuramente una profonda idratazione: se state cercando uno stick che faccia da barriera protettiva senza mai assorbirsi allora questo prodotto non fa per voi! Grazie ai burri il prodotto viene assorbito lentamente idratando le labbra! Questa sua morbidezza lo rende ottimo anche come base per i rossetti, soprattutto quelli un po’ più difficili da stendere, o per aumentarne la durata!

INCI

VEGETABLE (OLUS) OIL, CAPRYLIC CAPRIC TRIGLYCERIDE, ORYZA SATIVA BRAN WAX, HYDROGENATED RAPESEED OIL, SHOREA STENOPTERA SEED BUTTER, OLEA EUROPEA (OLIVE) FRUIT OIL, HYDROGENATED VEGETABLE OIL, MANGIFERA INDICA (MANGO) SEED OIL, SOYBEAN GLYCERIDES, AROMA (FLAVOR)

The Real Balm - Antos Cosmetici

Funzionalità alternative

Ma veniamo ora agli usi estremi! In queste settimane ho voluto mettere alla prova questo burro cacao vista la sua morbidezza e consistenza.

Questo è quello che ho trovato:

Primo utilizzo alternativo che può sembrare banale è lo stick per la pelle irritata da raffreddore! E’ da poco terminata la stagione delle allergie e devo ammettere che il mio naso era sempre rosso e irritato o addirittura con le pellicine a causa dei troppi fazzoletti! Così ho iniziato ad idratare tutta la zona naso e labbro superiore con il mio The Real Balm di Antos e… magia! Nel giro di poco tempo tutto tornava alla normalità! La cosa meravigliosa di questo utilizzo è che lo stick non lascia uno strato lucido e visibile così una volta steso l’effetto è super discreto!

Secondo utilizzo alternativo: protezione anti vesciche sui talloni! Con la bella stagione arriva anche il momento di sfoggiare le nostre amate ballerine e sandali ma si sa, come a volte per i nostri piedi sia una sofferenza! Per evitare la comparsa di vescichette sui talloni ho provato a stendervi un po’ di burro cacao prima di mettere le scarpe ed è stata una soluzione vincente! Il tallone risulta idratato e la scarpa scivola meglio senza frizionare troppo sulla pelle! Addio vesciche!

Ultimo utilizzo alternativo: usatelo per proteggere la pelle durante la tintura dei capelli! Come forse ben saprete, per evitare di tingere le parti di pelle vicino all’attaccatura dei capelli di solito si usa una pomata o della vaselina per coprire l’area a contatto con l’attaccatura dei capelli. Io ho provato The Real Balm perché è più semplice da stendere e anche meno difficile da eliminare una volta finito il lavoro! Davvero fantastico!

Spero che questi consigli possano tornarvi utili!

A presto

Articolo scritto da Lamarghe

Potrebbero interessarti anche:
Olio idromassaggio anticellulite – Antos
Rossetto “Syrup Waffle” – Neve Cosmetics
Tea Tree Lip Balm – dr.organic

Rossetto “Syrup Waffle” – Neve Cosmetics

Giusto qualche mese fa avevo descritto la mia esperienza con la matita occhi “Knight”, oggi vi voglio raccontare qualcosa sul rossetto “Syrup Waffle” sempre Neve Cosmetics.

Dessert à Lèvres

Ho saputo che il brand ha appena riformulato tutti i rossetti e non potevo non comprarne almeno uno, giusto per provarlo!

Rossetto “Syrup Waffle” - Neve Cosmetics

Io ho scelto “Syrup Waffle” dopo aver guardato mille mila video e swatches. L’azienda lo descrive:

Nude marrone caramello a sottotono caldo, finish opaco.

Di seguito vi lascio gli ingredienti, purtroppo questa colorazione non esisteva e quindi non posso nemmeno cogliere le differenze tra la vecchia e la nuova formulazione:

INCI

Ricinus Communis Seed Oil/Ricinus Communis (Castor) Seed Oil, Caprylic/Capric Triglyceride,Oryza Sativa Bran Cera/Oryza Sativa (Rice) Bran Wax, Candelilla Cera/Euphorbia Cerifera (Candelilla) Wax, Copernicia Cerifera Cera/Copernicia Cerifera (Carnauba) Wax, Simmondsia Chinensis Seed Oil/Simmondsia Chinensis (Jojoba) Seed Oil, Ethyl Vanillin, Olea Europaea Fruit Oil/Olea Europaea (Olive) Fruit Oil, Tocopheryl Acetate, Tocopherol, Benzyl Alcohol, Aroma/Fragrance, Dehydroacetic Acid. +/- (May Contain): CI 77891 (Titanium Dioxide), CI 77491-CI 77492-CI 77499 (Iron Oxides), CI 15850 (Red 7 Lake), CI 42090 (Blue 1 Lake).

Il Rossetto

Appena è arrivato mi sono lanciata sulla scatolina lilla che lo contiene e ne è uscito un cilindretto rosa metallizzato. Veloce come un lampo ho aperto anche quello e l’ho subito indossato. Per prima cosa si sente un profumo di dolce, forse zucchero filato o crema pasticcera, che a me piace molto.

Passiamo al colore: su di me è un marroncino un po’ aranciato, non del tutto opaco appena indossato, ma che lo diventa quando si è asciugato o, come consigliato dal brand, passando una velina e tamponando un pochino le labbra.

Rossetto “Syrup Waffle” - Neve Cosmetics

Io ho acquistato direttamente da Neve Cosmetics, ma i prodotti di  questo brand si trovano facilmente in molti e-commerce.

La confezione contiene 4ml di prodotto e costa €12,90. Questi rossetti sono vegan e non sono testati sugli animali. In più non contengono siliconi, petrolati e parabeni.

La mia esperienza

Anche adesso, proprio mentre sto scrivendo, lo indosso! Sulle labbra è confortevole, sembra quasi di avere solo un burro cacao, non appiccica per nulla. Sono rimasta piacevolmente sorpresa per la durata: ovviamente non ha le caratteristiche delle lip tint (non è no-tranfert) ma non secca le labbra e dura parecchie ore.

Con me non supera la prova-pasto anche perché non uso particolari precauzioni davanti ad un piatto di spaghetti allo scoglio! Ma quelle ragazze che ho visto bere il vino con la cannuccia per non rovinarsi il rossetto, sicuramente saprebbero fare meglio di me! (E voi, usate qualche espediente?).

Lo ricomprerai?

Mi è piaciuto tantissimo e sono attratta da almeno altre due colorazioni: “Chocolate Eclair” e “Sakura Mochi”. Dopotutto i rossetti non sono mai abbastanza, giusto?

Articolo scritto da Sandra

Potrebbero interessarti anche:
Aqua Shake di Defa Cosmetics nella mia routine viso
Mascara all’olio di argan – Poppy Austin
5 prodotti Couleur Caramel

Tea Tree Lip Balm – dr.organic

In questa stagione la difesa delle labbra da freddo e vento è una missione, una sfida quotidiana, così dopo avervi raccontato un po’ di cose sul lip scrub Puro Bio oggi parliamo di burrocacao.

In particolare vi racconto la mia esperienza con il lip balm dr.organic della linea al Tea Tree.

dr.organic

Stiamo parlando di un produttore inglese che utilizza materie prime di qualità di cui garantisce la conservazione degli elementi attivi.

Esistono tantissime linee differenti nel catalogo dr.organic e chiunque può trovare il prodotto più adatto alle proprie esigenze.

 

Tea Tree Lip Balm - dr.organic

Le promesse di dr.organic

Solo ingredienti naturali, organici e/o da fonti naturali sostenibili

Ingredienti bioattivi, per assicurare una naturale efficacia

Nessun elemento chimico aggressivo: non vengono usati ingredienti come Parabeni, Sodio Lauril Solfato (SLS), Dimethicone, profumi e fragranze artificiali

Nessun ingrediente di origine animale. Gli unici ingredienti non vegetali usati sono elementi prodotti dagli animali come il miele

Nessun test sugli animali – tutti i prodotti dr.organic vengono testati solo su volontari per assicurare sicurezza ed efficacia

Nessun olio minerale come la paraffina

Nessun ingrediente OGM

 

Tea Tree Lip Balm

Io cercavo un prodotto in grado di idratare le mie labbra secche e screpolate. Questo balsamo labbra contiene:

  • olio di Tea Tree,
  • burro di Karitè,
  • cera d’api
  • e vitamina E.

Sono presenti filtri chimici, infatti ha un fattore di protezione SPF 15.

 

La mia esperienza

Il balsamo labbra è di colore giallino, che diventa completamente trasparente sulle labbra. Lo stick è comodo e robusto, contiene 5,7 ml di prodotto e negli e-commerce costa circa €6.90. Il PAO è di 12 mesi, ma questo è uno di quei prodotti che non fatico a terminare in ben meno tempo.

L’odore del Tea Tree non si sente molto, e applicando il balsamo più volte al giorno non diventa fastidioso.

Le labbra sono protette a lungo con un velo di prodotto, ma io e la mia abitudine di mordicchiarmi le labbra fanno sì che abbia bisogno di più applicazioni. La cosa positiva è che una volta messo il balm non si muove di un millimetro, non sbava e non cola.

L’idratazione è buona, me ne sono accorta appena ho dovuto cambiare prodotto visto che questo è arrivato alla fine. Le mie labbra sono tornate piene di pellicine nel giro di due giorni. Ora, grazie allo scrub, la situazione è rientrata, ma qui nevica e il lip balm che lo ha sostituito non è all’altezza.

Stavo pensando di cominciare anche quello al miele sempre dr.organic, vi farò sapere se mi salverà o meno dagli effetti di questo inverno infinito.

Tea Tree Lip Balm - dr.organic

Lo ricomprerò?

Mi è piaciuto, ma molto dipenderà da quanto sarà differente quello al miele. Se dovesse piacermi anche il secondo potrei continuare con le altre linee e provare altre fragranze. Sicuramente questo è il massimo per le basse temperature, non ho idea di come si comporterebbe in estate, potrei ricomprarlo per togliermi questo dubbio.

Ho sempre una bella scorta di lip balm, anche perché in ogni ordine ne infilo uno. Che volete che vi dica, spariscono alla velocità della luce! Del resto penso che sia il prodotto che consumo di più, mai uscire senza!

Articolo scritto da Sandra

Potrebbero interessarti anche:
Scrub labbra al peperoncino – Officina Umbra
[Luxury for Dummies] Labbra da baciare
Siero rassoda lift labbra e contorno, Domus Olea Toscana